Alimentare condizionatore con fotovoltaico: si può?

z999543Il fotovoltaico può fornire energia elettrica per qualsiasi sistema di raffrescamento e quindi anche per alimentare un comune condizionatore d’aria a pompa di calore, senza peraltro necessitare di un sistema di accumulo o di una connessione in rete dell’impianto.

Il motivo per cui ciò è possibile è che le ore in cui più necessitiamo del condizionatore sono quelle più calde dell’anno e della giornata. Ma queste sono anche le ore in cui i pannelli fotovoltaici producono più energia, avvicinandosi alla loro potenza nominale. Dopodiché è ovvio che, se vogliamo alimentare il condizionatore anche la sera o di notte, occorrerà un sistema di accumulo o usare la rete.

Un condizionatore d’aria a pompa di calore da 9.000 BTU ha un assorbimento elettrico di circa 650 W quando è impiegato a piena potenza in una giornata calda. Ciò richiederebbe un sistema di produzione di energia elettrica fotovoltaico da circa 2 kW con accumulo a batterie. Altrimenti, anche un normale impianto fotovoltaico domestico da 3-4 kW può alimentare tranquillamente tale condizionatore.

Un sistema di aria condizionata più efficiente – ad esempio, geotermico – richiederebbe un impianto fotovoltaico più piccolo e meno costoso, ma in questo caso ad essere cara sarebbe la pompa di calore. Inoltre, con edifici ben costruiti e coibentati è possibile ridurre la richiesta di riscaldamento e raffreddamento della metà, e quindi anche il relativo assorbimento elettrico.

I pannelli fotovoltaici hanno una potenza di circa 200-300 W cadauno e una tensione di uscita di 12 o 24 V. Pertanto, occorrerà mettere più pannelli in serie per raggiungere la tensione minima voluta dall’ingresso dell’inverter (il quale trasforma la corrente continua dei pannelli in normale corrente alternata alla tensione di 230 V), e queste stringhe in parallelo per raggiungere la potenza desiderata.

Prima di procedere alla realizzazione dell’impianto, però, occorre procedere a un dimensionamento del sistema. Ad ogni modo, per poter alimentare un condizionatore d’aria vi serviranno almeno 8 grandi pannelli fotovoltaici tipo quelli che si vedono sui tetti delle case. Pertanto, vi conviene valutare la possibilità di farvi installare un classico impianto FV domestico da 3 o 4 kW.



Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *