Calcolare il consumo di un apparecchio elettrico

zz4599Ciascun apparecchio alimentato elettricamente ha per legge un’etichetta, o targhetta, che deve riportare, oltre alla tensione di lavoro (che in ambito domestico, in Italia, è sempre 230 V, anche se poi talvolta vi può essere un trasformatore che la riduce), la potenza assorbita, espressa in watt (W).

Conoscendo quest’ultimo parametro e, insieme, il tempo di utilizzo dell’apparecchio, è possibile stimare il consumo di energia in un determinato intervallo temporale (giorno, settimana, mese o anno), espresso in kWh.

Ad esempio, immaginiamo di svitare una lampadina da un lampadario e che essa risulti di potenza 100 W. Se per caso la potenza in watt non è indicata ma la corrente assorbita sì, possiamo ricavare la prima moltiplicando la tensione (in V, volt) per la corrente assorbita (in A, ampere), grazie alla nota legge: Potenza (W) = Tensione (V) x Corrente (A).

A questo punto, si moltiplica la potenza assorbita per il numero di ore di effettivo utilizzo nel periodo considerato. Ad es., se usiamo la lampadina mediamente 5 ore al giorno, il suo consumo orario sarà di 0,1 kW x 1 ora = 0,1 kWh, quello giornaliero di 0,1 kW x 5 ore = 0,5 kWh, quello settimanale di 0,5 kW x 7 ore = 3,5 kWh, quello mensile di 0,5 kW x 28 ore = 14,0 kWh, quello annuo di 168 kWh, e così via.

Una semplice formula pratica per calcolare il numero di kWh elettrici consumati in un giorno da un dato apparecchio è data da: kWh giornalieri = wattaggio apparecchio x ore di utilizzo giornaliero : 1000, per cui nel nostro caso: 100 x 5 : 1000 = 0,5 kWh/giorno.

Ora, sapendo il costo a kWh che pagate al vostro fornitore di energia elettrica, è facile calcolare quanto vi costa l’utilizzo di questa lampadina, poiché il costo dell’energia elettrica è dato dalla seguente formula: Costo elettricità = kWh consumati x prezzo a kWh.

Ad esempio, supponiamo che paghiate l’elettricità 0,22 euro/kWh. Allora l’uso della lampadina da 100 W vi costerà, rispettivamente: 0,22 x 0,5 = 0,11 euro al giorno, 0,22 x 3,5 = 0,77 euro alla settimana, 0,22 x 14 = 3,1 euro al mese, 0,22 x 168 = 36,7 euro all’anno.



Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *