Come creare una casa “smart” e connessa: l’hub

La casa intelligente sta diventando sempre più popolare e ogni giorno che passa vi sono più prodotti che possono essere collegati alla tua rete Wi-Fi, dandoti il controllo sulla tua casa. Ma come si gestiscono tutti questi dispositivi con ​​un’interfaccia facile da usare e senza frustrazione?

Il primo passo per rendere la tua casa “intelligente” è quello di procurarti un cosiddetto hub per “casa intelligente” (smart home). L’hub intelligente è un ottimo modo per collegare insieme tutti i tuoi dispositivi intelligenti. Potete scegliere un hub con un’ottima connettività, associato ad una buona applicazione e ad un prezzo relativamente basso, come ad es. il Samsung SmartThings.

Con gli hub intelligenti, è possibile impostare l’automazione domestica in modo che i dispositivi reagiscano sulla base delle vostre abitudini quotidiane. Ci sono molti tipi di hub, e non tutti sono uguali. Infatti, alcuni sono costruiti per scopi molto specifici e funzionano solo con determinati prodotti per “casa intelligente”, o smart home. Molti hub intelligenti ora svolgono funzioni multiple: ad es. funzionano come altoparlanti intelligenti o come router Wi-Fi, in modo da farti risparmiare.

La casa intelligente è ancora nella fase della sua infanzia e non esiste un singolo hub che sia il dispositivo “definitivo” per il controllo intelligente della casa e per l’automazione. Inoltre, gli hub stanno migliorando nel tempo e se sei pronto a immergersi seriamente nella domotica domestica, ci sono vari ottimi prodotti fra cui scegliere. Ecco le cose da considerare quando si sceglie un hub:

1) La compatibilità. La cosa più importante da considerare è la compatibilità del dispositivo, e ciò richiederà una piccola pianificazione. Gli hub intelligenti sono costruiti appositamente per lavorare su standard diversi, ma ciò non significa che tutti lavorino con ogni singolo dispositivo intelligente. Lo standard più comune è probabilmente il Wi-Fi, ma alcuni dispositivi utilizzano anche Z-Wave, Zigbee, Bluetooth e altro ancora. Guarda i dispositivi smart home che stai progettando di connettere all’hub ed elenca i relativi standard per conoscere quelli necessari prima di acquistare un hub.

2) Il controllo vocale. Gli hub di “casa intelligente” hanno iniziato a evolversi in altoparlanti intelligenti che si collegano anche a una serie di altri dispositivi smart per la casa. I migliori diffusori intelligenti si connettono a dispositivi smart home e ti permettono di controllarli usando solo la tua voce. Amazon Alexa e Google Home sono due delle principali opzioni e Apple rilascerà presto l’HomePod.

3) Le app. Gli hub per “casa intelligente” sono generalmente controllati tramite un’applicazione per smartphone e, se controlli la tua casa da un’applicazione, vorrai anche che l’applicazione funzioni bene. Se ritieni che gli hub multipli offrano tutti gli standard necessari per il tuo caso specifico, e hai deciso se vuoi o meno il controllo vocale, il tuo prossimo fattore di scelta dovrebbe essere la semplicità dell’applicazione dedicata e la quantità di app che lo supportano.



Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *