Come fare impianto a strisce led RGB

zz4569Solitamente gli impianti a led più spettacolari e richiesti per gli effetti di ambiente che possono produrre sono quelli con strisce led, i quali possono essere suddivisi in due grandi categorie: quelli a luce bianca (calda o fredda) e quelli che cambiano colore con un telecomando (RGB).

Entrambi i tipi possono avere vari tipi di “architetture”, come ad esempio: (a) a striscia unica, (b) a striscia unica in più parti, (c) a più strisce in parallelo, etc.

Nel caso vogliate realizzare impianti a strisce led (o “strip light”) a colori variabili con telecomando, vi occorre acquistare i seguenti tre componenti:

  • una striscia led RGB (1-5 metri);
  • un controller con telecomando;
  • un alimentatore di potenza (in watt) di poco superiore a quella della striscia led utilizzata. Ad es., se prendiamo 3 metri di una striscia led da 10 W/m, basta un alimentatore da 10 x 3 = 30 W.

Non occorrono in questo caso connettori aggiuntivi, poiché il controller stesso adatta, a livello di spinotti, l’uscita dell’alimentatore all’ingresso della striscia led.

Assicuratevi solo che il controller sia compatibile con la striscia led scelta: di solito, se li acquistate sullo stesso sito web, lo sono, altrimenti non siatene certi.

Inoltre, le strisce led esistono con varie densità di led per metro di lunghezza, per cui quelle con densità di led più alta (ad es. con doppia fila) risultano più luminose, ma costano di più.



Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *