Come impostare temperatura condizionatore

z848899Quando, d’estate, fa davvero molto caldo e anche l’umidità dell’aria risulta particolarmente elevata, siamo solitamente tentati di regolare la temperatura del nostro condizionatore d’aria su dei valori non appropriati per la nostra salute, oltre che per il nostro portafogli.

Abbassare la temperatura dell’aria condizionata non aiuta a raffreddare una casa più velocemente, e ridurre la temperatura a 22 gradi °C aumenta i costi del raffrescamento dal 10 fino a un massimo del 50%, a seconda della temperatura esterna. La temperatura ideale per il condizionatore d’aria dipende dalle vostre priorità. Più alto si imposta il termostato in estate, più bassa sarà la bolletta elettrica, quindi se la vostra prima priorità è il risparmio non arrivate a impostare valori come 22 °C.

Tuttavia, se la vostra prima priorità è il comfort, si potrebbe voler impostare una temperatura più bassa. Eppure la verità è che, quando la temperatura all’esterno è di circa 35 °C, si può stare in modo confortevole all’interno di un edificio semplicemente impostando la temperatura del condizionatore circa 6 °C più bassa di quella dell’ambiente esterno. Anche impostando una temperatura di soli 2 o 3 °C inferiore a quella esterna, si raggiungerà in breve tempo una temperatura confortevole.

Per chi ama le formule matematiche, c’è una nota regoletta che aiuta a determinare la temperatura ideale da impostare sul termostato: si tratta di un valore che è di 10 °C superiore alla metà della temperatura esterna. Ad esempio, se la temperatura esterna è di 38 °C, si dovrebbe avere 38/2 +10 = 29 °C all’interno, per cui basta impostare tale valore sul telecomando dell’apparecchio.

Ciò è possibile grazie alla capacità dei condizionatori di deumidificare l’aria durante il raffreddamento dell’ambiente. Infatti, è abbassando la temperatura di alcuni gradi – ma soprattutto eliminando di conseguenza l’umidità dell’aria, che crea la sensazione di appiccicosità e disagio – si è in grado di stare bene anche in un ambiente con una temperatura abbastanza elevata.

L’impostazione di una temperatura molto bassa, invece, porta a conseguenze negative. Non solo la salute del nostro corpo viene messa sotto stress, ma si genera per il condizionatore un eccesso di lavoro che crea l’usura della macchina e un elevato consumo di energia. Il condizionatore, infatti, funziona necessariamente al massimo – o meglio, continuamente – per raggiungere la temperatura impostata, la quale, essendo troppo bassa, nella maggioranza dei casi non verrà raggiunta.



Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *