Come isolare un soffitto dal freddo

zz5390Chi abita all’ultimo piano di un condominio (per cui non può intervenire da solo sul tetto) o comunque vuole isolare termicamente il proprio soffitto, può costruire un controsoffitto per aumentare il potere coibente di un solo ambiente della casa o dell’intera abitazione.

Come dice la parola, un controsoffitto è un secondo soffitto solitamente piano e leggero che può essere realizzato con diversi materiali – fra cui l’isolante termico – il quale viene posto qualche centimetro al di sotto del soffitto vero e proprio, ed è una soluzione abbastanza utilizzata nelle case in cui si voglia risparmiare energia nel periodo invernale, dato che il calore va verso l’alto.

Per realizzare un controsoffitto, che crea isolamento termico grazie alla camera d’aria che si crea ed ai materiali impiegati, si possono usare dei pannelli isolanti costituiti da lana di vetro ricoperti di cartongesso che vanno fissati al soffitto tramite delle zeppe ad espansione. In alternativa, si possono usare delle lastre di fibra di legno, rifinibili con qualsiasi tipo di pittura.

Un’ulteriore possibilità è quella di creare controsoffitti sospesi utilizzando pannelli di polistirene, o polistirolo espanso, che vengono applicati usando apposite malte plastiche o con fissaggi meccanici. Naturalmente, se la soffittatura è sotto ad un solaio in legno, le lastre possono essere fissate direttamente alle travi, con i lati lunghi perpendicolari alle travi del solaio.

Spesso si ricorre alla realizzazione di controsoffitti fonoisolanti per proteggersi dai rumori provenienti dai locali soprastanti, poiché in genere il rumore proveniente attraverso il soffitto è il peggior problema d’isolamento acustico di una casa. Se nel vostro caso anche i rumori sono un problema, sappiate che con un buon controsoffitto contenente materiale fonoisolante e antivibrante potrete ottenere una riduzione del rumore del 70-90%.



Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *