Come migliorare isolamento termico casa

zz5455Verificare l’isolamento termico di una casa – e successivamente intervenire adeguatamente per migliorarlo – è il modo più veloce, e con il miglior rapporto costi/benefici, per ridurre gli sprechi energetici domestici con successivi interventi fai-da-te o di professionisti.

Un buon sistema di isolamento termico include l’utilizzo di una combinazione di prodotti e di tecniche di costruzione che proteggono la casa dalle temperature esterne calde o fredde, dalle perdite d’aria e dall’umidità. Il sistema completo dovrebbe quindi massimizzare il comfort e la salute, minimizzare la dispersione di energia ed i danni dovuti all’umidità, e controllare il calore ed il flusso d’aria.

Pertanto verificate, estrapolando l’informazione dal progetto della vostra casa oppure tramite un opportuno carotaggio, la quantità di isolante presente nel sottotetto, nelle mura interne ed esterne, nei pavimenti, nei soffitti, nelle fondamenta e nelle coperture della vostra casa.

Il livello di isolamento termico è misurato dalla resistenza termica, indicata con la lettera R: più il valore di R  è grande e meglio le mura o il tetto resisteranno alla trasmissione del calore. In pratica, se avete 15 cm o meno di isolante (corrispondenti a una resistenza termica R di 16), allora dovreste aumentare lo strato isolante.  Usate densità di isolante più elevate sull’involucro esterno dell’edificio.

In generale, i valori di R più adeguati dipendono da numerosi fattori: il design dell’edificio, il budget disponibile, i costi locali per il riscaldamento (ad es. per il gas) e per il raffrescamento (elettricità), che variano anche in funzione della zona climatica in cui la casa è collocata.

Aggiungete isolanti termici alle mura e alle fondamenta della casa se la dovete ristrutturare: non c’è miglior investimento, poiché i materiali isolanti sono relativamente poco costosi ma garantiscono un importante risparmio energetico. Si consideri che, ad esempio, 2,5 cm di un materiale isolante standard svolgono la stessa funzione di “arresto del calore” di 8 cm di legno, di 80 cm di mattoni, di 20 cm di muro a secco, di 40 cm di pietra.

Non è necessario isolare termicamente e riscaldare le zone della vostra casa normalmente non occupate, quali ad es. sottotetti non abitati, verande, garage, etc. Installate lo strato di isolanti termici in modo tale da dividere le aree abitate della casa da quelle non abitate o dalle mura esterne.



Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *