Conviene riscaldamento a gas o elettrico?

zz8423I vantaggi del riscaldamento con gas naturale rispetto al riscaldamento elettrico (fatto con stufe elettriche, non con pompe di calore) includono la velocità di riscaldamento, il basso costo, e il miglioramento dell’efficienza energetica in alcune situazioni.

Infatti, le cucine a gas naturale, le caldaie e gli scaldabagni a gas in genere riscaldano lo spazio vitale, l’acqua o il cibo più rapidamente rispetto agli analoghi apparecchi elettrici, a causa dei compromessi che devono essere inevitabilmente fatti nella progettazione di fonti di calore elettriche per evitare di creare eccessivi picchi di domanda elettrica.

Il riscaldamento elettrico con stufe è molto più costoso del riscaldamento a gas naturale, nella maggior parte dei luoghi. Tuttavia, se si considera che l’elettricità generata da carbone o altri combustibili fossili è prodotta con un’efficienza di circa il 35%, si capisce che il gas naturale è più di tre volte più efficiente rispetto a un sistema di riscaldamento elettrico a resistenza.

La pompa di calore funziona ad elettricità e, tipicamente, per ogni kWh elettrico consumato fornisce circa 4 kWh termici: il valore esatto, il cosiddetto COP (coefficiente di prestazione) dipende da molti fattori, compresa la differenza temperatura fra l’ambiente esterno ed interno quando si usa la macchina. Quindi, riscaldare una casa con una pompa di calore, ad es. aria-aria, può costare circa la metà che non utilizzando una caldaia a gas ed i termosifoni.

Il vantaggio principale delle stufe elettriche rispetto al riscaldamento con il gas naturale è che con le prime è molto facile riscaldare un piccolo spazio in una grande casa, senza riscaldare l’intera casa. Ma a meno che non intendiate riscaldare con le stufe elettriche solo una o due camere, probabilmente spenderete di più con il riscaldamento elettrico che non riscaldando l’intera casa utilizzando il gas naturale, ad esempio con caldaia a gas e termosifoni.

Inoltre, il gas naturale produce anche molto più calore – per una data quantità di CO2 (anidride carbonica) emessa – rispetto a quello prodotto attraverso l’energia elettrica generata bruciando combustibili fossili nelle centrali elettriche. Il gas naturale, infatti, produce circa lo stesso calore per unità di CO2 emessa prodotto dall’olio combustibile.

Ricordiamo, infine, che le principali fonti di calore per le case sono: gas naturale, gasolio o kerosene, riscaldamento elettrico, a legno, geotermico e solare. Il riscaldamento solare è il più efficiente sistema di riscaldamento domestico sia come costi di gestione che come efficienza di conversione dell’energia, seguito da quello geotermico, da quello a legna o con pompe di calore.

Il gas naturale ha un vantaggio rispetto alla maggior parte degli altri in quanto è relativamente poco costoso installare un sistema di riscaldamento a gas naturale in una nuova casa o sostituire un sistema esistente di riscaldamento con un sistema del gas naturale, e il costo totale comprendente la spesa per l’installazione e il funzionamento è relativamente basso.



Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *