Cosa significa monosplit e multisplit

z999645Per la casa, si possono distinguere due categorie principali di condizionatori d’aria efficienti che operano in modalità di raffreddamento d’estate e riscaldamento d’inverno: i mono-split e i sistemi multi-split, che in termini semplici significano, rispettivamente, singolo o multiplo.

Ciascuna di queste categorie è leggermente diversa. Infatti, sono differenti il modo di installarli e le specifiche, quali: potenza di raffreddamento e di riscaldamento, consumi elettrici, rumorosità, classificazione energetica , etc. La maggior parte dei condizionatore d’aria attuali possono essere controllati da un telecomando, hanno un inverter e la funzione “deumidificazione”. Quest’ultima aiuta rendere più secca l’aria,il che migliora il comfort nelle stanze o aree molto umide.

I condizionatori mono-split, o ad unità interna singola (in aggiunta all’unità esterna) sono fissi: ciò significa che questo tipo di condizionatore d’aria può fornire l’aria solo in una stanza, oppure all’interno di una superficie limitata. Per quanto riguarda i multi-split, in contrapposizione ai mono-split, sono concepiti in modo da poter climatizzare un sacco di stanze o anche una casa intera, potendo l’unico motore dell’unità esterna servire due (dual-split) o tre (multi-split) unità interne.

Quindi è possibile disporre di 1 unità interna e 1 unità esterna (mono-split)o 2 o più unità interne ed 1 grande unità esterna (multi-split). La scelta è nelle vostre mani, ma questo tipo di condizionamento d’aria è il modo più efficiente ed economico per avere la vostra temperatura di comfort alla semplice pressione di un pulsante, con effetto immediato. Entrambi i sistemi (mono-split e multi-split), naturalmente, hanno i loro vantaggi e inconvenienti e le soluzioni possono essere diverse.

Il costo di un condizionatore dual-split, rispetto a due macchine mono-split della stessa marca e caratteristiche, è in molti casi superiore e non solo di una piccola quantità. Lo stesso vale per i multisplit a tre unità interne e per altri condizionatori d’aria multisplit. Inoltre, un multi-split ha un consumo energetico complessivo superiore rispetto a più mono-split di potenza totale identica. E l’installazione di un multi-split è più costosa rispetto all’installazione di un numero equivalente di mono-split.

Nel caso di un dispositivo multi-split, la potenza nominale delle varie unità interne non corrisponde alla potenza nominale del motore. Per essere pratici, consideriamo l’esempio di un condizionatore d’aria con tre split interni, e che ha bisogno di raggiungere una potenza di 9000 BTU/h per il comfort. La pompa di calore esterna in questo tipo di combinazione, non necessariamente funziona ad una potenza di 27000 BTU/h, ma in tutto o in molti casi funziona a una potenza di 18000 BTU/h.

Quindi, quando si accendono i tre split contemporaneamente, la capacità richiesta sarà pari a 9000 BTU/h (9000 x 3 = 27000), ma la potenza sarà distribuita equamente fra le tre unità, che riceveranno circa 6000 BTU/h ciascuna. Le esigenze di un ambiente che richiede 9000 BTU/h per ciascuno split in contemporanea, pertanto, non possono venire soddisfatte da questo condizionatore multi-split.



Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *