Come dimensionare un serbatoio di accumulo ACS

zz3567I serbatoi di accumulo per acqua calda sanitaria vengono usati per accumulare acqua calda per gli usi domestici prodotta con una pompa di calore. Sebbene il dimensionamento di tali serbatoi debba venire effettuato da professionisti, diamo qui qualche indicazione di massima.

Per il dimensionamento rapido in litri di un serbatoio di accumulo per l’acqua calda sanitaria si possono usare delle tabelle che tengono conto del consumo di acqua calda nel periodo di punta, della durata di quest’ultimo, della durata del periodo di preriscaldamento, della temperatura dell’acqua fredda e di quella di utilizzo, nonché della temperatura media del fluido scaldante.

Per un dimensionamento più raffinato, si può calcolare il dimensionamento della serpentina riscaldante e poi scegliere nei cataloghi dei venditori i prodotti che più si avvicinano a tali valori. Oppure optare per appositi software di dimensionamento dell’intero sistema.

Ad ogni modo, per un appartamento di medie dimensioni è in generale più che sufficiente un serbatoio di accumulo di 80-100 litri, considerando che i consumi maggiori sono solitamente quelli della vasca da bagno (una media consuma 100-120 litri d’acqua), seguiti dalla doccia (50-60 lt), dal lavabo (10-12 lt), dal bidet (8-10 lt) e dal lavello da cucina (15-20 lt).

Ovviamente, case più grandi avranno serbatoi più grandi. Quando si seleziona la dimensione del serbatoio di acqua calda, una semplice regola generale è che per una famiglia tipo si dovrebbe poter accumulare tra 35 e 45 litri per ogni occupante. Ovviamente, se si tratta di una giovane famiglia, o utilizzate la vasca più della doccia, si dovrebbe considerare 45 litri per occupante. Se si è anziani e si utilizza la doccia, si dovrebbe considerare 35 litri per occupante.

Tuttavia, si deve notare che le abitudini personali giocano un ruolo importante nel consumo totale di acqua calda. Due famiglie della stessa dimensione possono utilizzare quantità completamente diverse di acqua calda, con una che può essere anche il doppio dell’altra! Nel determinare la quantità di acqua calda richiesta, è necessario considerare quanto segue:

  • un bagno in vasca utilizza 100 litri di acqua calda (a 40 °C)
  • le docce utilizzano 35 litri di acqua calda (a 40 °C)
  • i lavelli da cucina usano 0,2 litri di acqua calda al secondo a 60 °C
  • i lavandini utilizzano 0,15 litri di acqua calda al secondo a 40 °C
  • la pulizia richiede 3 litri di acqua calda al giorno per persona
  • la cottura richiede 2 litri di acqua calda al giorno per persona
  • la lavastoviglie richiede 20 litri di acqua calda
  • le lavatrici richiedono 30 litri di acqua calda.

In pratica, i seguenti valori medi di consumo possono essere da voi utilizzati, come regola generale, quale fabbisogno di acqua calda per persona per giorno: (1) Basso consumo = 20-30 litri; (2) Consumo medio = 30-50 litri; (3) Elevato consumo = 50-70 litri.

Supponiamo che una famiglia di 4 persone abbia un consumo medio di 50 litri di acqua calda al giorno per persona. Supponiamo inoltre che usi la lavastoviglie e la lavatrice due volte alla settimana e che la temperatura dell’acqua calda sia di 45 °C. Quindi possiamo calcolare che la loro richiesta di acqua calda è di: 4 persone x 50 litri (a 45 °C) + 16 litri (a 45 °C) = 216 litri al giorno. Questo significa che il serbatoio dell’acqua dovrebbe essere da almeno 216 litri.



Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *