Esempi di risparmio energetico con Internet delle cose

L’Internet delle Cose (IoT) sta cambiando il modo in cui utilizziamo prodotti e sistemi a casa e al lavoro, e può anche aiutarci a risparmiare ed a ridurre il nostro impatto sull’ambiente. Gli esempi di “Internet delle Cose” (IoT) per l’efficienza energetica sono abbondanti.

Le “cose” possono essere semplici sensori (ad es. un sensore di temperatura in una stanza), sensori più complessi (ad es. un dispositivo di misurazione della potenza elettrica), attuatori (ad es. per la climatizzazione di ambienti, motori, etc.), interruttori, etc. L’applicazione di Internet delle Cose può variare da una semplice monitoraggio – come la misurazione della temperatura in un edificio – ad un’applicazione complessa come la fornitura di un’automazione energetica completa di una casa.

Le applicazioni di controllo delle abitazioni, in particolare, possono fornire un uso efficiente dell’energia in un edificio, assicurando comodità (per quanto riguarda l’uso di calore, elettricità, etc.) agli occupanti dell’edificio. Le soluzioni tradizionali utilizzano sistemi complessi di gestione degli edifici che inviano gli ordini agli attuatori in base ai dati dei sensore. Il sistema deve tenere conto di più parametri, come ad esempio le previsioni meteorologiche oppure i costi energetici in tempo reale.

Una soluzione Internet delle Cose è un prodotto (o un insieme di prodotti) combinati con un servizio. Ciò significa che un servizio è combinato con un dato set di prodotti, o con più prodotti. Alcuni di questi “servizi” basati sull’Internet delle Cose e destinati all’efficientamento energetico sono già sul mercato. Altri stanno aspettando di essere sviluppati. Ecco alcuni grandi aree in rapido sviluppo:

1) Elettrodomestici efficienti dal punto di vista energetico. Le bollette energetiche più elevate e gli alti prezzi del gas stanno guidando la domanda dei consumatori verso apparecchi a basso consumo energetico. I produttori stanno rispondendo con prodotti di nuova generazione, come una lavastoviglie che rileva quanti abiti sono dentro e regola di conseguenza il livello dell’acqua e che utilizza anche circa il 75% in meno di energia rispetto alle lavatrici tradizionali. Un sistema di monitoraggio traccia l’energia risparmiata per carico sia per la funzione lavaggio che per quella asciugatura, in modo che i clienti possano vedere quanto hanno risparmiato nel tempo ed essere più motivati a farlo.

2) Misuratori intelligenti di consumi. A livello commerciale, alcuni fornitori di energia utilizzano misuratori intelligenti di consumi che raccolgono e forniscono dati di utilizzo e di consumo energetico, aiutando a trovare modi e settori di intervento per risparmiare energia. In futuro, i clienti residenziali potranno essere in grado di accedere a un’applicazione per monitorare il loro utilizzo in tempo reale, oppure sviluppare da soli una rete per il monitoraggio dell’energia consumata dai propri apparecchi, in modo da sapere in tempo reale quanto consuma l’illuminazione, il riscaldamento, il forno, etc.

3) Evitare le ore di picco. L’energia elettrica ha costi più bassi nelle ore notturne e nel week-end. Ciò può essere utilmente sfruttato per risparmiare energia da parte di apparecchi “intelligenti”. Alcuni elettrodomestici possono infatti spostare l’utilizzo dell’acqua o dell’energia dalle ore di picco a quelle non di picco. Un esempio è quello di un frigorifero che ritarda il suo ciclo di sbrinamento fino a metà della notte. Anche se questo approccio utilizza la stessa quantità di energia, fa risparmiare denaro delle famiglie, in quanto alcune utenze e relativi contratti hanno tariffe più basse per l’elettricità di notte.

4) Sistemi di riscaldamento intelligenti. Anche i sistemi di riscaldamento intelligenti stanno crescendo di popolarità. Il riscaldamento flessibile delle varie zone – o zonizzazione automatizzata – consente di controllare in modo preciso la temperatura in ogni stanza della tua casa, in modo da poter riscaldare solo le aree in cui stai passando del tempo. Ciò ti consente di risparmiare sullo spazio riscaldato d’inverno, riducendo notevolmente la tua fattura energetica. Nel frattempo, i termostati “intelligenti” possono consentire di controllare il riscaldamento dal tuo computer portatile o dallo smartphone, in modo da poterlo accendere, spegnere o regolare anche quando sei fuori casa.



Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *