Isolamento termico sottotetto non abitabile: materiali e consigli

zz7656Per scoprire se l’isolamento termico del vostro sottotetto è sufficiente, misurate lo spessore dello strato isolante: se è minore di R-30 (25 cm di fibra di vetro o lana di roccia o 20 cm di cellulosa), allora sicuramente trarreste beneficio dall’aggiungere dell’ulteriore isolante.

Noi raccomandiamo un isolamento del sottotetto ad almeno R-50. La fibra di vetro risulta soddisfacente a questo scopo, ma deve essere installata con attenzione, senza interstizi. In genere, usare una schiuma è ancora meglio, proprio perché crea una copertura continua.

Assicuravi che l’eventuale schiuma utilizzata non si mescoli con troppa aria. Ciò gonfierebbe l’isolante e creerebbe passaggi per le correnti d’aria che ridurrebbero l’efficacia dell’isolante stesso. Un mix improprio può causare discontinuità anche nell’isolamento del muro.

È molto importante sigillare tutti i bypass, i buchi e le cavità nel sottotetto prima di procedere al suo isolamento. Altrimenti, l’aria può filtrare attraverso l’isolante, e questo calore disperso può depositare l’umidità sull’isolante, riducendone l’efficacia, e può inoltre danneggiare la guaina del tetto, nonché il gesso del soffitto e della parete.

Prima di usare schiume isolanti, controllate che l’impianto elettrico presente nella zona in cui effettuare l’insufflaggio sia in perfette condizioni. Inoltre installate degli opportuni deflettori in modo tale che la schiuma non vada a ostruire eventuali passaggi per la ventilazione. Provvedete, infine, a isolare anche i contorni di eventuali portelli presenti sul tetto.

I bypass presenti nel sottotetto permettono al calore di sfuggire dal vostro spazio abitato nel sottotetto stesso. Il vostro tetto può quindi far sciogliere la neve, farla penetrare attraverso il tetto e congelarla ai bordi, impedendo all’eventuale acqua aggiuntiva di scorrere via dal tetto. L’acqua può dunque infiltrarsi attraverso le tegole, danneggiando il tetto.

Inoltre, tale acqua può filtrare nei muri e costringervi a una costosa tinteggiatura e a un isolamento per evitare nuovi danni a pareti e soffitto. Pertanto, per evitare questo problema della formazione di blocchi di ghiaccio ostruenti, si raccomanda di mantenere la temperatura del tetto entro 5 °C più alta della temperatura esterna, sigillando i bypass del sottotetto e, al tempo stesso, migliorando la ventilazione di quest’ultimo.



Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *