Pressione corretta acqua caldaia gas: qual è?

z987957Il manometro digitale della vostra caldaia a gas vi informa di quanta acqua c’è nel sistema. Senza acqua nel sistema, la caldaia si surriscalda, portando facilmente a una rottura prematura dei componenti a causa degli effetti di un’ebollizione a secco. Quindi cosa possiamo fare?

A seconda del tipo di caldaia a gas di cui si dispone, dovremo regolare opportunamente il livello dell’acqua, che è espresso attraverso la sua pressione in bar. Nella maggior parte delle caldaie a gas, il corretto valore del livello dell’acqua è normalmente tra 1 e 1,5 bar a freddo, ma più vicino a 1,5 bar: quindi, considerato che tende a calare nel tempo, compreso fra  minimo 1,2 bar e 1,5 bar.

Il manometro presente sulla vostra caldaia indica quanta pressione c’è nel sistema e, se la caldaia è vuota d’acqua, segnerà zero di pressione. Probabilmente avremmo una caldaia rumorosa, se si accendesse e funzionasse in questa situazione, ma non accadrà perché scattano apposite protezioni.  Un indice rosso sul manometro normalmente è una guida su dove impostare la pressione.

Se la pressione dell’acqua è su 0 o su valori molto bassi e vogliamo mettere un po’ di acqua nel sistema per aumentare la pressione, abbiamo bisogno di trovare il rubinetto di carico, spesso accessibile da sotto la caldaia. Per essere certi che sia quello giusto e che il valore di pressione ideale nel vostro caso sia quello indicato in precedenza, leggete prima il libretto di istruzioni della caldaia.

Alcune moderne caldaie hanno un tasto di riempimento. Non preoccupatevi se mettete troppa acqua, poiché la caldaia dovrebbe avere un meccanismo di sicurezza interno per scaricare l’acqua in eccesso nel caso ne mettiate troppa. Tuttavia, cercate di fare bene il caricamento la prima volta, dato che il meccanismo di sicurezza può continuare a gocciolare una volta scattato.

La pressione dell’acqua che dobbiamo limitare è generalmente la pressione dell’acqua che esce dal vostro rubinetto, doccia, tubo esterno, etc. Se la pressione scende a un livello troppo basso, il sistema dovrebbe avere un interruttore automatico che ferma la caldaia impedendole di funzionare per motivi di sicurezza. In genere la soglia per questa protezione è fissata a 0,5 bar o al massimo a 1 bar.

Se la pressione è troppo alta, può mettere a dura prova il vostro sistema idraulico, dai giunti dei tubi alla caldaia stessa. Ciò potrebbe portare l’acqua calda a fuoriuscire provocando danni alla vostra proprietà, e, eventualmente, alle persone e agli animali domestici. Quindi il controllo della pressione della caldaia del riscaldamento è molto importante per assicurarsi che essa funzioni in modo sicuro.

Per scegliere a ragion veduta – o anche semplicemente ottimizzare – il sistema di riscaldamento più adatto nel tuo caso specifico, confrontando i risparmi che avresti passando a ciascuna delle tante tecnologie possibili alternative a quella che usi attualmente, può esserti utile un software realizzato ad hoc, come ad esempio quello che trovi qui, il cui utilizzo è davvero semplice e immediato.

Uno dei più utili software per risparmiare sul riscaldamento domestico.



Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *