Qual è miglior misuratore di consumi?

zz3668Nell’esperienza pratica, ho provato vari misuratori di consumi sul mercato e la maggior parte sono, purtroppo, abbastanza deludenti quando si va a misurare l’assorbimento di carichi che consumano pochi watt, con un errore relativo e assoluto che supera quello accettabile.

In questo panorama non particolarmente roseo, mi ha quindi colpito notevolmente il misuratore di consumi RCE PM600, italiano, che ho acquistato online per meno di 30 euro, e che si è dimostrato all’atto pratico di classe decisamente superiore rispetto a tutti i power meter che provati in precedenza. Per questo, lo considero il misuratore di consumi con il miglior rapporto qualità/prezzo oggi sul mercato e sarà anche difficile da battere per la concorrenza.

Si tratta infatti di un misuratore estremamente preciso, circa 10 volte di più degli altri misuratori similari, potendo rilevare tranquillamente il decimo di watt e oltre. Misura perfino il cos phi, cosa che normalmente i misuratori di consumi non fanno, tanto per dare un’idea di quanto sia professionale il livello di progettazione di questo strumento adatto sia per l’uomo della strada sia per chi ha conoscenze di elettricità, elettrotecnica, elettronica, fai-da-te, etc.

Del resto, le specifiche dello strumento di cui riportiamo qui solo un breve estratto per comodità del lettore, parlano da sole:  “Il modello più evoluto tra i misuratori di consumo – Strumento di precisione ad alta risoluzione in grado di misurare anche potenze di decimi di Watt. Tensione da 190 a 270 V Corrente massima 16 A Potenza massima (a 230 V) 3680 W”.

E ancora: “Tensione ±(0,5% + 1 digit) da 190 a 270 V Corrente ±(0,5% + 1 digit) da 0,002 a 19,99 A Fattore di potenza (Cos φ) ±(1% + 1 digit) da 0,00 a 1,00 Potenza ±(1% + 100 mW) da 0,400 a 3999 W Frequenza ±1 digit da 46 a 65 Hz Consumo ±(1% + 1 digit) da 0,001 a 9999 kWh CO2 equivalente ±(1% + 1 digit) da 0,001 a 9999 Kg Tempo di misurazione da 1 secondo a 9999 ore”.

Perciò, “il PM600 è indispensabile sia per i privati che vogliono rilevare i consumi dei vari elettrodomestici, sia per i professionisti di impianti elettrici o di informatica che possono utilizzarlo per dimensionare linee elettriche o gruppi di continuità in base agli effettivi assorbimenti di potenza di personal computer, monitor, stampanti, od altri apparecchi”.



Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *