Quali sono le potenze dei condizionatori in kW?

z987954I classici condizionatori domestici a pompa di calore per raffreddamento estivo e riscaldamento invernale, composti tipicamente da un’unità interna e una esterna (ne trovate vari esempi a buon prezzo qui), hanno una capacità compresa solitamente fra 7.000 e 18.000 BTU/h. A che potenza elettrica assorbita corrispondono?

Un condizionatore a pompa di calore mono split (con inverter) da 8.500 BTU/h assorbe mediamente, in modalità raffreddamento, 600 W, con un minimo di circa 240 W e un massimo di circa 1000 W. In modalità di riscaldamento, la potenza media assorbita dallo stesso apparecchio è di circa 950 W, con un minimo di 210 W e un massimo di 1500 W. Sono quindi tutte compatibili con un contratto elettrico da 3 kW di potenza impegnata, che in realtà sono 3,3 kW di potenza effettiva.

Un condizionatore a pompa di calore mono split da 12.000 BTU/h assorbe mediamente, in modalità raffreddamento, 1050 W, con un minimo di circa 240 W e un massimo di circa 1450 W. In modalità di riscaldamento, la potenza media assorbita dallo stesso apparecchio è di circa 1100 W, con un minimo di 210 W e un massimo di 1750 W. Nelle fasi iniziali, infatti, si avrà un assorbimento maggiore, ma solo per un periodo di tempo limitato sino a raggiungere la temperatura desiderata.

Infine, un moderno condizionatore a pompa di calore mono split (sempre dotato di inverter) da 18.000 BTU/h assorbe mediamente, in modalità raffreddamento, 1550 W, con un minimo di circa 570 W e un massimo di circa 1800 W. In modalità di riscaldamento, la potenza media assorbita dallo stesso apparecchio è di circa 1750 W, con un minimo di 550 W e un massimo di 2600 W.

Ricordiamo che il vecchio adagio che più grande non è sempre meglio certamente vale nel mondo della climatizzazione. Un condizionatore d’aria che è troppo grande per la vostra casa sarà costantemente acceso e spento, il che non solo diminuisce l’efficienza energetica, ma porta anche a cambiamenti notevoli di temperatura nell’arco della giornata ed a un generale disagio.

Naturalmente, avere un condizionatore d’aria che ha troppo poco potere di raffreddamento è anche peggio: l’unità dovrà lavorare molto duramente per mantenere la vostra casa fresca e si accumula un sacco di usura in tale processo. Per raffreddare la vostra casa in modo efficiente, è necessario un condizionatore d’aria di dimensioni adeguate, stabilite con calcoli opportuni.



Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *