Quanto consuma PC in standby

zz3569I computer, come quasi tutti i prodotti elettronici presenti in casa consumano energia di continuo, anche quando sono apparentemente “spenti” o non svolgono la loro funzione principale. Quant’è la quantità di energia elettrica consumata da un computer in standby?

I computer moderni vanno automaticamente in modalità “sleep” (addormentato) quando non li si utilizza per un po’, assorbendo in questo status soltanto 0-6 watt, tipicamente da 1,5 a 5,5 W per un computer da tavolo (desktop). Quando il computer è “off”, il consumo in standby in genere si dimezza rispetto ai valori appena illustrati, ma qualche volta si abbassa solo di poco.

Mettere il computer in questa modalità fa “addormentare” in questo caso anche il monitor, sulla maggior parte dei modelli. Di solito un moderno monitor piatto consuma fra 0,5 e 10 W a seconda della marca,  modello, taglia, etc. In particolare, quando il monitor è in modalità “addormentato” (cioè con lo schermo nero) può assorbire fino a 15 W, mentre quando viene spento usando l’apposito interruttore può consumare fino a 10 W.

Dunque, il consumo massimo annuo in standby di un moderno computer da tavolo è di circa 6 x 24 x 365 / 1000 = 52 kWh. Ipotizzando un costo dell’energia elettrica di 0,25 €/kWh, la spesa annua per questo consumo “nascosto” del solo PC risulta essere di circa 13 euro. Se aggiungete a questo consumo quello di altri standby relativi ai vari apparecchi che avete in casa, capite bene perché i consumi dello standby incidono per almeno il 10-15% sulla bolletta domestica.

Per misurare l’energia consumata in standby dal vostro computer, potete usare un buon misuratore di consumi, o power meter, acquistabile online per 20-30 euro. Esso mostra la potenza istantanea assorbita e l’energia consumata in un certo arco di tempo. Misurate il consumo in standby del computer per 24 ore, o comunque su un lungo arco di tempo, per avere una misura più precisa del consumo, che essendo piccolo è altrimenti difficile da misurare.

Dietro ogni computer trovate una targhetta con l’indicazione della potenza istantanea (ad es. 100 W) assorbita a pieno regime, che dunque permette facilmente la stima dell’energia consumata in un certo arco di tempo (nell’esempio citato corrisponde a 0,1 kWh l’ora, per cui se il computer sta acceso in media per 5 ore al giorno consuma 0,5 kWh). In un anno, quindi, il consumo elettrico dovuto al monitor acceso sarebbe di circa 180 kWh, per una spesa di 45 euro.

Dunque, nel nostro ipotetico caso, il consumo in standby potrebbe incidere fino al (100 x 13/45 =) 28% sul consumo annuo del monitor, che è una percentuale molto elevata. Per risparmiare sullo standby, spegnete quindi sempre il PC e tutte le periferiche, quando non li utilizzate. Usate allo scopo uno “standby killer” o multiprese con interruttore automatico di spegnimento (auto power off plug) per collegarvi tutti gli accessori relativi al computer.



Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *