Quanto consuma una stufa a kerosene

zz6276Una stufa a kerosene della potenza termica di 3 kW del tipo “a stoppino” (esistono anche modelli elettronici con accensione a pile) è in grado di riscaldare un ambiente di circa 40 metri quadrati con un consumo di kerosene dell’ordine di 0,3 litri/ora, ma se si vuole risparmiare basta semplicemente utilizzare la stufa al minimo della sua potenza termica.

La maggior parte delle stufe a kerosene producono tra 3,3 e 6,8 kW termici (11000 a 23000 BTU all’ora), quindi il consumo di una stufa a kerosene da 6,8 kW si aggira sugli 0,7 litri/ora, il che permette di stimare facilmente i consumi per periodi di tempo più lunghi ed i relativi costi.

Ad esempio, ipotizzando un utilizzo di 10 ore al giorno di una stufa a kerosene da 3 kW, il consumo giornaliero sarà di 0,3 x 10 = 3 litri di combustibile. Ipotizzando un costo del kerosene di circa 1,5 euro al litro (prezzo 2013), ciò si traduce in una spesa giornaliera di circa 1,5 x 3 = 4,5 euro, sempre nell’ipotesi che si utilizzi l’apparecchio alla sua massima potenza.

In pratica, la potenza termica di una stufa a kerosene del tipo “a stoppino” viene controllata alzando o abbassando l’altezza dello stoppino esposto all’aria all’interno del gruppo bruciatore, tramite un meccanismo di regolazione. Essa viene spenta con un meccanismo analogo: in pratica, ritraendo completamente lo stoppino in una cavità sotto il bruciatore.

Vale infine la pena di sottolineare che il riscaldamento a kerosene di un ambiente è più economico di quello con stufe elettriche, ma più costoso del riscaldamento a gas, che a sua volta ha costi circa doppi rispetto al riscaldamento con una pompa di calore o con stufe e caldaie a legna o pellet. Può essere quindi utile per riscaldare solo certe stanze, oppure delle case poco frequentate.



Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *