Scaldabagni a gas a condensazione elettronici

zz8338I migliori scaldabagni o scaldacqua istantanei a gas oggi esistenti sono quelli a condensazione (ne puoi trovare alcuni esempi qui), che analogamente alle caldaie a gas a condensazione hanno un minore consumo energetico grazie al riutilizzo del calore latente di combustione contenuto nei fumi, che può essere usato per preriscaldare l’acqua in ingresso nell’apparecchio.

Inoltre, i migliori modelli di scaldabagno a gas a condensazione possono essere alimentati da vari tipi di gas (metano, GPL, propano), e sono dotati di:

  • accensione elettronica (quindi non hanno la classica fiamma pilota delle caldaie a gas, con relativi consumi);
  • valvole gas “a modulazione continua” che regolano in modo efficiente la combustione e controllo della portata dell’acqua, aggirando quindi le limitazioni di portata dei modelli tradizionali;
  • infine, permettono di impostare la temperatura dell’acqua con precisione elevata (finanche solo un grado) ed hanno un sistema di rilevamento della temperatura in ingresso, ideale per un abbinamento con pannelli o sistemi solari termici.

Ricordiamo che lo scaldabagno a gas è un apparecchio simile a una caldaia a gas, solo che non ha la funzione di alimentare un impianto di riscaldamento ma solo di produrre acqua calda sanitaria. Pertanto, la potenza termica dello scaldabagno è inferiore a quella della caldaia a gas, mentre il suo prezzo è di poco più basso.

La caldaia, però, necessita di una installazione più complessa, e obbliga al rilascio di una certificazione e del libretto di impianto da parte dell’installatore, con relativa onerosa manutenzione periodica, cosa che non avviene con lo scaldabagno a gas. Inoltre, lo scaldabagno a gas richiede un attacco del gas, che non sempre è presente in bagno.

Di solito, gli scaldabagni a gas sono apparecchi murali “istantanei” – cioè senza serbatoio di accumulo, ed in grado di erogare intorno a 10-20 lt/min di acqua calda – ed “a camera stagna con tiraggio forzato”, quindi molto sicuri, ma con le limitazioni di portata imposte dalle normative vigenti e dal rendimento termico dell’apparecchio.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *