Termostato a controllo remoto: come sceglierlo

Se si desidera controllare la temperatura di casa dal proprio computer, iPhone, tablet o smartphone Android o Windows, è consigliabile considerare un termostato Wi-Fi come componente di un più grande sistema di domotica, in modo da incorporare varie funzionalità gestibili tramite un medesimo hub per la comunicazione fra i vari componenti e il router, e con un’unica app conveniente.

L’impostazione di un termostato a controllo remoto è più facile di quanto si possa pensare e può essere fatta in meno di un’ora. Il motivo principale per cui oggi le persone preferiscono questo tipo di termostato, connesso e “intelligente” è che, quando si tratta di automazione domestica, pochi dispositivi possono avere un grande impatto sul proprio utilizzo di energia come un nuovo termostato.

Il sistema di climatizzazione della propria casa è tipicamente il consumatore di energia più grande. Aggiungendo un maggiore e più sofisticato controllo del sistema di climatizzazione, è possibile ridurre sostanzialmente l’utilizzo di energia della casa. È importante però capire quali tipi di controllo della temperatura, di gestione dell’energia e caratteristiche del sensore si cercano.

Anche l’estetica e il supporto del prodotto da parte del produttore contano. Combinando questi pezzi del puzzle, potrete scegliere il giusto termostato “intelligente” per la vostra casa. In effetti, possiamo riassumere così le caratteristiche da considerare nell’acquisto di un buon termostato:

  • Controllo della temperatura. Innanzitutto, il tuo termostato dovrebbe eccellere nel controllare la temperatura in casa.
  • Fasi di riscaldamento e raffreddamento. La maggior parte delle case ha solo una caldaia e un condizionatore. Alcune installazioni possono avere una configurazione più sofisticata che prevede più stadi di riscaldamento o raffreddamento basati sul livello di calore necessario. Non tutti i termostati possono controllare 2, 3 o più fasi di riscaldamento e raffreddamento. Assicuratevi quindi di acquistare un termostato compatibile con il sistema di riscaldamento e raffreddamento.
  • Variazione di temperatura. la variazione di gradi di temperatura che farà riaccendere il generatore di calore o di freddo: più piccola è la variazione e più frequente sarà il numero di accensioni ma maggiore sarà l’energia che risparmierai.
  • Ventilatore programmabile. Se si utilizza un ventilatore per tutta la casa per raffreddare l’ambiente, questa sarà una caratteristica importante da considerare.
  • Blocco della tastiera. Una caratteristica importante se si desidera impedire agli altri di compromettere le impostazioni.

Se stai cercando semplicemente di ridurre le tue bollette del gas e dell’energia elettrica, alcuni termostati Wi-Fi sono migliori di altri. Le varie funzioni consentono di risparmiare energia facendo funzionare l’impianto solo quando sei a casa o apprendendo le tue abitudini per creare automaticamente un programma di accensione / spegnimento e di regolazione della temperatura. In tal caso, le caratteristiche del termostato da considerare sono le seguenti:

  • Pianificazione. Classificazione dei livelli dei riferimento per la temperatura possibile per: 7 (uguali per ogni giorno), 5-2 (lunedì-venerdì e sabato / domenica), 5-1-1 (lunedì-venerdì e sabato e domenica), 1-1-1- 1-1-1-1-1 (diverso ogni giorno).
  • Modalità Vacanza. Si tratta della possibilità di spegnere rapidamente tutti i programmi quando si è lontani da casa o in vacanza.
  • Automatico. Se il termostato apprende e/o si adatta al proprio utilizzo e viene automaticamente attivato e disattivato in base all’utilizzo stesso.
  • Feedback. I termostato con questa funzione sono ideali per monitorare l’utilizzo di energia ed i risparmi, ed alcuni possono anche inviare un testo o un’e-mail per informarti a riguardo.
  • Geofencing. Questa funzione innescherà il tuo termostato facendogli attivare il sistema di climatizzazione in base alla tua posizione GPS (rilevata utilizzando lo smartphone).
  • Tempo per temperatura target. Il numero di minuti che impiegherà il sistema per far raggiungere alla casa la temperatura impostata.

Un termostato posto in un corridoio scuro e deserto può solo monitorare la temperatura in quel corridoio. Alcuni termostati Wi-Fi possono utilizzare dei sensori aggiuntivi diffusi in tutta la tua casa per riscaldare o raffreddare più accuratamente la tua casa. Pertanto, un termostato “intelligente” potrebbe essere accompagnato dai seguenti sensori o funzionalità:

  • Zone. Relativamente nuovi per i termostato Wi-FI, i sensori di temperatura possono essere posizionati in tutta la casa per determinare se il sistema deve essere acceso o spento.
  • Meteo. Poiché un termostato Wi-Fi è collegato a Internet, è possibile utilizzare le condizioni meteo locali per determinare automaticamente l’accensione o meno.
  • Umidità. Per coloro che vogliono mantenere un’umidità specifica può essere utilizzato un sensore di umidità incorporato o comunicante per determinare se il sistema deve essere acceso o spento.
  • Movimento. Limita l’utilizzo del sistema di climatizzazione ai periodi in cui è stato rilevato il movimento (ideale per rilevare quando qualcuno è a casa).

Infine, occorre considerare: l’aspetto estetico; se è possibile installarlo da soli; se dispone di una app stand-alone; se può essere integrato in un sistema di domotica più ampio; se puoi controllare tutto ciò che desideri direttamente sul termostato; se c’è una garanzia e un’assistenza adeguata.



Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *