Ventilatori e deumidificatori: salute e comfort in casa

zz4334bAnche il movimento dell’aria contribuisce notevolmente a ridurre la necessità di un condizionamento d’aria. Con un vento di appena 3 km/h, si può avvertire una temperatura tanto fresca, pure essendo a 28°C, quanto si avvertirebbe se la temperatura reale fosse di 25,5°C.

Pertanto, soprattutto nelle ore più fresche della giornata, è una buona idea usare ventilatori basculanti o a soffitto per le stanze in cui trascorriamo più tempo. La casa ci sembrerà più fresca. Inoltre, si può usare un ventilatore applicato alla finestra per rimuovere il calore accumulato durante le ore od i giorni estivi più caldi e raggiungere temperature accettabili.

Anche quando la temperatura si abbassa verso sera, meglio usare un ventilatore alla finestra anziché il condizionatore d’aria. L’ideale è porlo nel soggiorno, chiudendo le altre finestre eccetto quella della camera da letto. Ciò creerà un risucchio d’aria che vi permetterà di dormire al fresco.

D’estate, bassi livelli di umidità aiutano le persone a sentire più fresco, migliorando il livello di comfort. Pertanto, potete utilizzare il vostro condizionatore nella modalità deumidificatore per sottrarre umidità all’aria di casa e sentire un evidente sollievo.

Inoltre, nelle zone della casa che sono umide ma non necessitano di raffreddamento – come ad esempio l’ingresso, un sottoscala, una cantina, etc. – è energeticamente conveniente usare un semplice deumidificatore anziché un condizionatore d’aria.

Un buon deumidificatore elettrico può costare 100-200 euro e assorbire circa 300 W di potenza producendo 40 dB di rumore (grosso modo quanto un frigorifero), ma grazie alla possibilità di impostare il livello di umidità desiderato può stare acceso in maniera non continuativa.



Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *